Le Malte Spatolate

Dal settore tecnico, che chiedeva la loro presenza per speciali doti di performance, le resine hanno fatto ingresso nei locali delle nostre case, negli uffici dove lavoriamo ogni giorno e nei grandi ambienti pubblici.
Alle incredibili doti di durevolezza sommano, infatti, una rara capacità di "arredare" l’interno. Articola il suo carattere a seconda che venga giocata su accordi tonali, materici ed eleganti o- al contrario
su ampie e contrastate gamme cromatiche che conferiscono al locale che stiamo osservando un tono ludico e pop.

nella gallery qui sopra vedete applicazioni di vario tipo della malta spatolata, sia per pavimenti che per rivestimenti di parete

note tecniche

Le malte spatolate, possono essere applicate direttamente su nuove pavimentazioni in CLS, a sottofondi in sabbia/cemento, a pavimenti esistenti tradizionali in piastrelle o su intonaco per pareti. Eventuali tagli o giunti nel massetto, devono essere rispettati e riportati anche nella successiva pavimentazione in resina; si consiglia quindi di eseguirli solo nelle soglie o comunque a scelta dalla D.L.

La malta spatolata permette di ottenere un effetto cromato sfumato, marezzato e nuvolato, con l’uso di tinte contrastanti o tono su tono, tramite la stesura in mani successive di diversi strati di resina, tirate a regola d’arte con l’uso di spatole.

 Si ottiene così un rivestimento di volta in volta sempre diverso e completamente personalizzato.

La malta spatolata, grazie alle sue proprietà, permette un’eccellente resistenza meccanica, al calore, all’invecchiamento e all’usura. La resina usata si presenta come un liquido biancastro, con una viscosità leggermente superiore all’acqua e si mantiene stabile ai cicli di gelo e disgelo. Limita le fessurazioni da ritiro e rallenta l’evaporazione.

Le superfici da rivestire, dovranno essere pulite, non dovranno presentare parti friabili o in distacco, residui di pitture, oli, grassi, ecc… 

L’impasto deve essere lavorabile come una comune malta, non bisogna superare i 20 minuti per la messa in opera specialmente con alte temperature.

Non si deve applicare con temperatura inferiore ai 5°C o se si prevede tale temperatura nelle successive 48 ore. Pur mantenendosi stabile a diversi tipi di gelo e disgelo, evitare l’immagazzinamento del prodotto a temperature inferiori a 0°C.

La manutenzione del pavimento in resina spatolata richiede la pulizia con detergenti non abrasivi, chimicamente non aggressivi e la protezione periodica con comuni cere.

alcune estetiche

nota: le proposte estetiche presentate sono solo un ristretto esempio di quanto il battuto veneziona offre in quanto a variabilità, praticamente infinita di colori, materiali e finiture.
Top